Incentivazione degli allacciamenti fognari per la riqualificazione delle acque del Golfo spezzino

L’Amministrazione comunale della Spezia con Acam, ha avviato un processo di risanamento delle acque del golfo che ha come obiettivo l’azzeramento degli scarichi fognari non depurati o insufficientemente depurati che vi si immettono direttamente o tramite i fossi o i canali del sistema idrico cittadino.

Quest’azione è iniziata nel 2009 dalle zone del centro storico e dagli edifici senza particolari motivi ostativi di allaccio, essendo già state effettuate da parte di Acam Acque tutte le predisposizioni; in seguito l’attività è stata estesa anche alle restanti aree limitrofe al centro (zona Colli, Chiappa, La Scorza, Rebocco, Migliarina, Via Vailunga), comunque dotate di infrastruttura fognaria.

I controlli svolti da Acam hanno portato all’avvio e conclusione di nuove procedure di allaccio soprattutto nella zona del centro storico caratterizzata da edifici molto popolosi che, non essendosi allacciati al collettore, ricadevano sulla passeggiata a mare utilizzando i canali che attraversano il sottosuolo e sfociano nella passeggiata Morin.

Al momento oltre all’ultimazione dei pochi edifici rimasti che si devono regolarizzare relativamente all’area del centro storico tra viale garibaldi, viale italia e via xxvii marzo, si sta portando avanti con Acam la regolarizzazione degli scarichi non allacciati degli edifici relativamente alla parte nord del centro storico riferita a tutti gli edifici i cui scarichi gravano sul Lagora.

A questa attività si sono affiancate una serie di interventi ulteriori di completamento delle fognature e di potenziamento dell’impianto depurativo. In particolare, è stata collaudata nel 2013 la nuova linea fognaria tra Via di Monale, viale Amendola, Viale Garibaldi e Via Napoli e, nel 2014, estesa di 400 metri la rete fognaria in Via Carso.

Per quanto concerne le opere di estensione della rete fognaria, sono in corso di realizzazione i progetti definitivi di estendimento della rete fognaria riguardanti:

  • il quartiere di Fossamastra, abitanti equivalenti allacciabili 950
  • 1° lotto collettore fognario Darsena Pagliari - Marina Militare Mariperman, abitanti equivalenti allacciabili 761.
  • Quartiere Marina del Canaletto, area compresa tra le vie Carducci, Palmaria, Fossamastra e della Marina del Canaletto. abitanti equivalenti 3142

Inoltre a seguito dell’adeguamento dell’impianto depurativo esistente della Società Fincantieri seguito da Acam acque verrà progettato e realizzato l’intervento di estensione della rete fognaria relativamente alla loc. Muggiano e Pitelli, che prevederà il convogliamento degli scarichi da depurare in tale impianto. Per la frazione di Pitelli è stata realizzata, congiuntamente a opere di riqualificazione del borgo, gran parte della rete fognaria nera. Manca il collettore che adduca alla località Muggiano. Per la frazione Muggiano è da realizzare la rete e il collettore.

 

Tra i progetti di estensione della rete fognaria vi sono quello riferito al progetto scomputo oneri Via Maralunga.

Realizzazione del collettore che verrà realizzato in Via Maralunga da parte della società Rosa dei venti. Tale collettore raccoglierà gli scarichi di tutta l’area di Marina del Canaletto ed immetterli alla stazione di sollevamento in area di Termomeccanica, ed a sua volta al depuratore Stagnoni.

La stazione di sollevamento realizzata presso l’area di Termomeccanica ha lo scopo, una volta entrata in funzione, di pompare le acque reflue domestiche, non solo di tutta l’area di cui sopra ma anche delle due palazzine di Termomeccanica ubicate presso Via Fossamastra, verso il depuratore cittadino degli Stagnoni attraverso apposita tubatura, già realizzata, che corre interrata parallelamente   via Privata Cieli.