Museo Diocesano

Museo Diocesano

Il Museo Diocesano della Spezia costituisce una sezione del Museo Diocesano di arte sacra che si articola nelle tre sedi di La Spezia, Sarzana e Brugnato.
È stato inaugurato il 28 maggio 2005 dopo Brugnato, inaugurato nel 2000, e Sarzana aperto nel 2003.
Le tre sedi, distaccate e distribuite sul territorio, rappresentano le singole specificità territoriali di riferimento e sono immagine della complessa realtà storica e della giurisdizione diocesana che nel corso dei secoli ha subito svariati e sostanziali mutamenti sia sotto il profilo giuridico ecclesiale sia nell’ambito territoriale. Il complesso percorso storico e pastorale ha portato ad una sostanziale unità diocesana in cui però, e il nome stesso della diocesi lo dichiara, si è sempre voluto porre l’attenzione sulle diverse tradizioni e identità che l’hanno caratterizzata.
Significativo esito visivo dell’unione dei tre poli è proprio l’esistenza di una rete museale assai articolata sul territorio, rispettosa delle complesse caratteristiche locali e delle diversificate tradizioni e devozioni.
La raccolta del Museo Diocesano della Spezia intende ricostruire la storia dei luoghi, dei centri e delle comunità dell’attuale sede della diocesi dividendo idealmente e geograficamente il patrimonio con la sezione di Sarzana e concentrandosi sulla diversa storia ed evoluzione.
Il museo propone un percorso che racconta e ricostruisce il percorso storico religioso del territorio attraverso documenti ed opere provenienti da edifici religiosi e non, tuttora esistenti o scomparsi. Nei due piani destinati al percorso espositivo si segnalano in special modo la grande tavola raffigurante La triplice incoronazione di San Nicola da Tolentino, già destinata alla perduta chiesa degli Agostiniani nel campo omonimo, eseguita nel 1539 dallo spezzino Antonio da Carpena, le sculture gotiche rappresentanti la Vergine con il Bambino provenienti dalla pieve di Santo Stefano di Marinasco e da Sant’Andrea di Fabiano, le quattrocentesche ardesie scolpite e incise, i numerosi oggetti liturgici.
Il Museo Diocesano della Spezia è allestito presso l’antico oratorio di San Bernardino edificato nel 1455 ad opera dell’omonima confraternita. La chiesa a navata unica originariamente presentava una copertura a capanna con falde spioventi parallele al trecentesco paramento murario urbano al quale era addossata esternamente. Oggi l’edificio si trova nel pieno centro della città ma in origine era fuori dal perimetro cittadino, nelle vicinanze di porta Santa Maria che conduceva sulla via per Genova. La rilettura dell’edificio stesso permette di ricostruire la storia urbana, politica, sociale e dunque anche pastorale del territorio dalle origini della città fino alla modernizzazione ottocentesca avvenuta a seguito della costruzione dell’arsenale militare che ha determinato una repentina crescita demografica ed urbanistica della Spezia.

Direttore
Don Cesare Giani

Dove siamo
Via del Prione, 156 - 19121 La Spezia

Quando
giovedì 10.00 - 12.30
venerdì sabato e domenica 10.00 - 12.30 e 16.00 - 19.00
Ingresso € 4,50 (biglietto congiunto con Museo Etnografico G. Podenzana presso la medesima sede)

Recapiti

tel. 0187 258 570       
fax 0187 257 426
e-mail museodiocesano.sp@libero.it

Di cosa ci occupiamo
Il Museo Diocesano presenta una duplice finalità. Da un lato si pone come custode della storia  del cristianesimo nella Diocesi locale, mantenendo viva e presente una spiritualità che affonda le sue radici nella Luni del IV secolo.
Questo ruolo è svolto attraverso l’esposizione organica di opere d’arte, come dipinti sculture e oggetti liturgici, che sono parte integrante del percorso della Chiesa e continuano ad esercitare anche nella nuova collocazione, la loro funzione di testimonianza di fede. Dall’altro il Museo costituisce un polo culturale che va oltre il suo ruolo di conservazione attiva delle opere, dialogando con la città, con il territorio della Diocesi e con le singole parrocchie con iniziative ed eventi che si propongono di stimolare il pubblico, avvicinandolo alla bellezza anche spirituale dell’arte.
Le collezioni permanenti di manufatti artistici della vita della diocesi si accompagnano necessariamente all’esposizione temporanea e tematica di manufatti liturgici e chiesastici in genere, al fine di restituire un quadro completo della vicenda religiosa del territorio senza depauperare in maniera stabile il patrimonio di pertinenza delle parrocchie e degli enti.

Altre informazioni
Il Museo Diocesano di arte sacra pone molta importanza nei servizi educativi presentando una vasta e diversificata offerta didattica per giovani e adulti volta a svelare nella più approfondita completezza le differenti realtà susseguitesi in duemila anni di storia.
È possibile richiedere e partecipare a:
- Percorsi didattici guidati sul territorio comprendenti siti archeologici, storici e di interesse religioso e culturale. Visite alle tre sedi della rete museale, alle cattedrali ed alle chiese, ai borghi ed ai santuari della Val di Magra, della Val di Vara, della Riviera e delle città.
- Seminari, conferenze e lezioni a tema svolgibili presso le nostre sedi o altrove da archeologi e storici dell’arte.
- Laboratori didattici e creativi per bambini e ragazzi di archeologia, storia dell’arte e tecniche artistiche.
Si possono contattare i Servizi Educativi del Museo Diocesano al numero 338 3607452.

GALLERIA FOTOGRAFICA

 
Note legali e privacy policy