Affidamento familiare

L’affidamento familiare è un intervento temporaneo volto all’aiuto e al sostegno di un minore e della sua famiglia che si trova in una situazione di difficoltà.
Il minore viene accolto da un’altra famiglia in grado di fornire tutte le risposte affettive, educative, di mantenimento e di istruzione che il bambino necessita. Durante l'affidamento rimane il legame fra il minore e la sua famiglia di origine.

L’affidamento familiare è stato istituito dalla Legge Nazionale 184/1983 e modificata in seguito dalla Legge 149/2001 che tutela il diritto del minore a crescere ed essere educato nell’ambito della propria famiglia e quando questo non è possibile a crescere ed essere educato nell’ambito di una famiglia.

La legge prevede due forme di affidamento familiare:
•    Affidamento consensuale, cioè l’affidamento che nasce da un consenso dei genitori e che viene disposto con un atto amministrativo dei Servizi Sociali degli Enti titolari o delegati e reso esecutivo dal Giudice Tutelare.
•    Affidamento giudiziale, cioè l’affidamento che si realizza con un provvedimento del Tribunale per i Minorenni, attuato dai Servizi Sociali degli Enti titolari o delegati, prescindendo dal consenso dei genitori.

Il minore può essere ascoltato dal Giudice solo se ha compiuto il dodicesimo anno di età; per età inferiori bisogna valutare le forme di coinvolgimento più opportune.


Caratteristiche

L’affidamento familiare può essere diverso a seconda delle necessità e dei bisogni del minore:
•    L’affidamento residenziale prevede l’accoglienza del minore in una famiglia che deve provvedere al suo mantenimento, alla sua educazione ed istruzione, tenendo conto delle indicazioni dei genitori d’origine per i quali non sia stata disposta una limitazione della potestà genitoriale.
•    L’affidamento a tempo parziale è una particolare forma di affidamento che può riguardare alcune ore del giorno o della settimana secondo un progetto elaborato a favore del bambino, qualora i genitori naturali non siano in grado di occuparsene a tempo pieno.
•    L’affidamento di pronta accoglienza e famiglie professionali riguarda nuclei familiari appositamente preparati per situazioni particolarmente complesse e problematiche.

Modalità operative


I Distretti Socio-Sanitari n° 17-18-19 hanno, tra i loro servizi, un Centro affidi, volto a promuovere e gestire attività di supporto per i Servizi Sociali, al fine di agevolare il ricorso all’affidamento.
La gestione del servizio di affidamento familiare richiede l’individuazione di due aree distinte di competenza:
•    Un nucleo ristretto formato da assistenti sociali, dal coordinatore, dall’assistente sociale e dallo psicologo del centro affidi e dallo psicologo del consultorio familiare in veste di consulente.
•    Un nucleo allargato formato dal nucleo ristretto, dagli assistenti sociali per ambito sociale, dall’assistente sociale e dallo psicologo del consultorio familiare e da un rappresentante della Neuropsichiatria infantile.

Il Centro affidi, al suo interno, prevede la presenza di un Gruppo affido che si occupa di promuovere interventi di prevenzione al disagio minorile, sostenere in collaborazione con il servizio territoriale le famiglie di origine e attivare una rete di sostegno tra famiglie affidatarie.
Questo gruppo ha il compito di sensibilizzare, formare e crescere il numero di famiglie disponibili  ad accogliere minori e di metterle in grado di riflettere sul valore dell’affido, sulle problematiche ad esso connesse e sul tipo di impegno richiesto.
Insieme all’assistente sociale del territorio, il Gruppo affido:
•    effettua delle visite domiciliari presso la famiglia affidataria;
•    lavora per preparare la famiglia d’origine e la famiglia affidataria all’incontro aiutando alla comprensione e alla rielaborazione;
•    aggiorna costantemente il Tribunale dei Minorenni sull’andamento dell’affido;
•    incontra le famiglie affidatarie almeno una volta al mese

Il Centro Affidi è situato in Via Ruini n. 13 Prati di Vezzano, La Spezia Tel. 0187982577

La consegna della domanda avviene presso i Servizi Sociosanitari del Comune della Spezia in Via Fiume n. 207, Tel. 0187 745670 o tramite e-mail agli indirizzi seguenti: dss18@comune.sp.it ; centroaffidi@gmail.com