Convenzioni con strutture residenziali per minorenni

  • 27/12/16 10.14
  • Redazione

Come sancito dalla legge 184/83, "ogni minore ha il diritto di essere educato nell'ambito della propria famiglia, il minore che sia temporaneamente privo di un ambiente famigliare idoneo, può essere affidato ad un'altra famiglia (...) ove non sia possibile un conveniente affidamento famigliare, è consentito il ricovero del minore in un istituto di assistenza pubblico o privato, da realizzarsi di preferenza, nell'ambito della regione di residenza del minore stesso" nell'esclusivo interesse del minore viene ad essere preservata la sua appartenenza territoriale con l'obiettivo di tutelare i legami identitari con il suo territorio e con la sua famiglia, fatte salve le eccezioni che richiedono l'allontanamento per ragioni di tutela dal contesto locale.
Per l’attuazione di quanto sopra, il Comune della Spezia, in esito a procedura ad evidenza pubblica, ha formato un elenco di strutture residenziali per inserimenti di minori che vivono condizioni di pregiudizio all’interno della propria famiglia d’origine.
L’elenco ha natura aperta e può essere aggiornato con nuove iscrizioni, a seguito di richiesta.

TIPOLOGIE DI STRUTTURE
Comunità Educative di Accoglienza (CEA)
Comunità Educative di Accoglienza per bambini da 0 a 6 anni
Case famiglia per minorenni
Comunità genitore-bambino
Alloggi per l’autonomia
Comunità Educativa di Accoglienza con interventi di integrazione socio sanitaria (CEAS)

REQUISITI DELLE STRUTTURE
Le strutture - anche se ubicate al di fuori della Regione Liguria - devono essere in possesso di tutti i requisiti documentali, strutturali e organizzativi previsti dalla Delibera Giunta Regione Liguria n. 535 del 27/03/2015 “Delibera quadro: sistema socio educativo di promozione, prevenzione e tutela per bambini e adolescenti”; in particolare: a) autorizzazione al funzionamento; b) accreditamento (se in possesso); c) carta dei servizi d) statuto e) posizione in zone facilmente accessibili con mezzi pubblici o, in alternativa, disponibilità di mezzi di proprietà della struttura;
f) Orari di reperibilità per l’inserimento: tutti i giorni, compresi i festivi, 24 ore su 24. Le strutture devono essere ubicate nel raggio di 500 Km rispetto al Comune della Spezia.
L’iscrizione delle strutture nell’elenco non impegna la Civica Amministrazione all’inserimento di minori presso le strutture stesse.
Gli inserimenti nelle strutture avverranno di norma a rotazione, nel rispetto delle esigenze del minore da inserire e in relazione alle caratteristiche della struttura; a parità di caratteristiche verrà preferita la struttura con retta giornaliera inferiore.
Prima di ciascun inserimento verrà sottoscritta apposita convenzione.
PREZZI MASSIMI GIORNALIERI al netto di IVA:
CEA: euro 90,00
Comunità Educativa di Accoglienza per bambini da 0 a 6 anni: euro 100,00
Casa famiglia per minorenni: euro 50,00
Comunità genitore-bambino: euro 130,00 per madre + 1 minore; euro 50,00 per ogni minore oltre il primo
Alloggio per l’autonomia: euro 50,00
CEAS: la quota a carico del Comune sarà definita sulla base del progetto personalizzato.

SCHEMA DI CONVENZIONE>>

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

I soggetti gestori interessati devono presentare:
domanda di iscrizione>>
dichiarazione REQUISITI GENERALI>>
dichiarazione REQUISITI DELLA STRUTTURA>> ove il soggetto gestore intenda iscrivere nell’elenco più strutture presenterà una DICHIARAZIONE REQUISITI DELLA STRUTTURA per ciascuna struttura.
DOCUMENTAZIONE A CORREDO, per ciascuna struttura da iscrivere: a) autorizzazione al funzionamento b) accreditamento – se in possesso c) planimetria struttura d) carta dei servizi e) copia polizza assicurativa
La domanda e le dichiarazioni sono redatte secondo il modello predisposto dall’Amministrazione Comunale, che si richiama ad ogni effetto per quanto riguarda i requisiti di ammissione nello stesso modello contenuti.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
1) tramite posta elettronica certificata (PEC) intestata all’Impresa/Ente - esclusivamente in unico file in formato PDF - al seguente indirizzo:
servizisociosanitari.comune.laspezia@legalmail.it
2) in busta chiusa tramite recapito a mano all’Ufficio Archivio e Protocollo generale, Piazza Europa n. 1, negli orari d’ufficio;
3) in busta chiusa a mezzo raccomandata o per posta celere al Comune della Spezia Piazza Europa n. 1, 19124 La Spezia.
È esclusa ogni altra forma di presentazione.
La domanda, sottoscritta dal titolare o legale rappresentante dell’Impresa/Ente, deve essere redatta in lingua italiana e presentata unitamente a copia fotostatica non
autenticata di un documento di identità del sottoscrittore ai sensi dell’art. 38, comma 3, D.P.R. 445/2000.

SOPRALLUOGO PRESSO LE STRUTTURE
La responsabile Unità Organizzativa Minori o suo delegato potrà effettuare sopralluogo presso le strutture, per accertare il possesso dei requisiti dichiarati.

SOGGETTI GESTORI DELLE STRUTTURE GIÀ ISCRITTE NELL’ELENCO
A cadenza annuale i soggetti gestori delle strutture iscritte in elenco devono confermare le dichiarazioni in merito ai requisiti di ordine generale ed ai requisiti delle strutture.
In caso di modifiche delle situazioni dichiarate devono presentare nuove dichiarazioni e, ove occorra, documentazione a corredo, rispondente alla situazione come modificatasi.