Presentata la piattaforma multimediale People Fusion. Uno spazio virtuale multilingue per facilitare l'accesso alla rete dei servizi territoriali

  • 06/02/18 4.28
  • Redazione
 
Venerdì 2 febbraio, presso l’Istituto Tecnico Commerciale “Fossati Da Passano”, alla presenza dell’assessore alla Cultura Paolo Asti, dell’assessore ai servizi Sociali Gianmarco Medusei e di Carlo Massarini è stata presentata la piattaforma multimediale People Fusion. Con loro erano presenti Valeria Fanfani, funzionario dei Servizi Sociali del Comune e Gilda Esposito, docente all’università di Firenze. Il famoso Mister Fantasy degli anni ’80 Carlo Massarini ha dialogato con i numerosi studenti presenti  su come le nuove forme di comunicazione digitale possono contribuire a mettere i cittadini nelle condizioni di esercitare i propri diritti e doveri di cittadinanza con gli studenti/millenials che hanno collaborato a creare la piattaforma digitale “People Fusion”.

La piattaforma digitale interattiva, disponibile all’indirizzo web www.peoplefusion.it, è stata finanziata dalla Fondazione TIM e realizzata dal Comune della Spezia in partenariato con Infoporto, il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell'Università di Firenze, la Cooperativa Sociale Mondo Aperto e Caritas: offre ai cittadini uno spazio virtuale multilingue (Italiano, spagnolo, inglese, arabo, banali ed albanese come le principali comunità straniere residenti nella nostra città) nel quale avvicinarsi, conoscere e familiarizzarsi con la complessità della rete dei Servizi territoriali: Comune, ASL, Prefettura e Questura, Centro per l’Impiego, Associazionismo, sportelli di quartiere, solo per citarne alcuni, che accompagnano il cittadino, italiano o immigrato, giovane o anziano, nella sua vita quotidiana.

La piattaforma è connessa con i social network ed è strutturata per percorsi e domande di supporto: hai bisogno di fare la carta di identità? Sei incinta? Devi iscrivere tuo figlio a Scuola? Stai cercando lavoro o vuoi reinserirti in un percorso formativo? Sono stati proprio poco meno di cento studenti spezzini del Liceo Scientifico Pacinotti, ITIS Capellini-Sauro, Istituto Alberghiero Casini e dell’ITC Fossati Da Passano che hanno immaginato la forma ed i contenuti della piattaforma e sotto la guida del giovane regista spezzino Francesco Tassara hanno video-intervistato gli operatori dei servizi chiedendo loro di “raccontare” con un linguaggio non burocratico come il cittadino deve muoversi quando ha un bisogno o un’aspettativa specifica. Gli studenti, coinvolti nella modalità dell’alternanza scuola lavoro hanno visitato direttamente gli operatori ed hanno simulato le domande che farebbe un comune cittadino. Carlo Massarini, che è nato proprio alla Spezia e che ha dedicato la sua vita a studiare e raccontare gli intrecci tra musica, arte, nuove tecnologie e culture sociali presenterà domani, sabato 3 febbraio, al Teatro Civico, la storia di David Bowie proprio in forma di storytelling. Questo progetto sarà un’occasione per operatori, studenti ed insegnanti per riflettere su come la comunicazione digitale abbia cambiato completamente le nostre vite negli ultimi cinquanta anni e come sia necessario essere consapevoli che anche nei Servizi “se non comunichi, non esisti” e si corre il rischio di lasciare fuori dalla rete di protezione migliaia di cittadini che non comprendono e per questo non hanno accesso al sistema di welfare.