Apertura pomeridiana del mercato alimentare di Piazza Cavour durante il periodo di emergenza sanitaria

  • 24/03/20 14.00
  • redazione

La Spezia, 24 marzo 2020 –  Il Comune della Spezia ha deciso di consentire per tutto il periodo di durata dell’emergenza sanitaria da coronavirus il prolungamento dell’orario di vendita fino alle ore 19,30 del mercato giornaliero di Piazza Cavour nei giorni di martedì, mercoledì, venerdì e sabato. Inoltre si stabilisce che gli operatori che non esercitano le attività di vendita e/o consegna a domicilio dopo le ore 14 sono tenuti alla rimozione delle proprie strutture mentre quelli che esercitano attività di vendita e/o consegna a domicilio sono autorizzati a lasciarle anche nelle ore notturne e tenuti a rimuovere ingombri e rifiuti a loro cura e spese.

 

Nelle giornate di lunedì e giovedì pomeriggio, dopo le ore 14, tutte le strutture devono essere rimosse onde garantire il servizio di spazzamento specializzato meccanizzato il lunedì e di lavaggio specializzato della pavimentazione il giovedì pomeriggio.

 

Per garantire la distanza interpersonale prevista dal DPCM 8 marzo 2020, le strutture saranno posizionate in modo da distanziarsi sufficientemente tra loro, eventualmente occupando spazi resi disponibili dall’assenza di altri operatori, sulla base delle indicazioni impartite dal Corpo di PM. Al fine, inoltre, di evitare la manipolazione promiscua dei prodotti di generi alimentari, gli operatori dovranno garantire la fornitura agli avventori di guanti monouso.


“Il Decreto del Presidente del Consiglio consente lo svolgimento dei mercati per la vendita di soli generi alimentari, per questo il mercato di Piazza Cavour è rimasto sempre in attività – dichiara il Sindaco Peracchini – ma per evitare assembramenti e contenere gli spostamenti dei cittadini, abbiamo deciso di prolungare la fruizione del mercato anche di martedì, mercoledì , venerdì e sabato fino alle 19.30 non solo per consentire una più ampia distribuzione nell’arco dell’intera giornata all’utenza, ma anche per garantire lo svolgimento della lodevole attività di consegna a domicilio, fondamentale per la cittadinanza più anziana. Un’organizzazione che sarà possibile grazie agli operatori del mercato, alle associazioni di categoria, ai CIV e al Corpo della Polizia Municipale che ringrazio per il loro lavoro.”