Centrale Enel, la soddisfazione del Sindaco Peracchini: “Una sola voce per il bene della città. Maggioranza e  opposizione insieme hanno detto no al progetto Enel. Un esempio di buona politica, una vittoria per la Città”

  • 08/10/19 22.00
  • ufficiostampa ufficiostampa
  •   SpeziaNET

La Spezia, 8 ottobre 2019 – “Una voce sola sulla questione Enel, questo il grande successo del Consiglio Comunale di ieri sera – dichiara il Sindaco Pierluigi Peracchini – Con una delibera approvata all’unanimità, le forze di maggioranza e di opposizione hanno elevato all’unisono la voce della Città dicendo di no al progetto di Enel.

Sono molto soddisfatto del risultato che è stato ottenuto, perché siamo riusciti a trovare un’unità politica che credo la Città aspettasse da molto tempo su questo fondamentale tema che interessa tutta la cittadinanza, al di là delle bandiere politiche.

Per questo voglio ringraziare tutti i consiglieri comunali, di maggioranza e di minoranza, per il grande lavoro di mediazione e per aver dato un ottimo esempio di buona politica.  

E’ stata approvata all’unanimità la delibera di Giunta di variante al PUC e abbiamo avuto mandato, da tutto il Consiglio Comunale con un ordine del giorno, di richiedere al Governo nazionale di non autorizzare il progetto presentato da Enel di riconvertire la vecchia centrale a carbone in un impianto a turbogas, di invitare la Regione per quanto di competenza a sostenere pienamente la posizione espressa dal Comune di netta contrarietà al progetto presentato da Enel e di definire in collaborazione con ASL una valutazione in ordine a indagini sanitarie a carattere epidemiologico sugli effetti ambientali e sulla salute della popolazione derivante dalla presenza della centrale Enel.

La delibera  ha come obiettivo la riconversione del sito dove oggi esiste la Centrale a funzioni produttive, artigianali e industriali con l’espressa esclusione dell’utilizzo, a fini di produzione di energia, di combustibili fossili.  Inoltre, insiste sulla riconversione, alle stesse condizioni, del carbonile del Levante a funzioni produttive e la riconversione della aree dei bacini di lagunaggio ad aree versi per servizi sportivi.

La variante al PUC integrata di VAS, Valutazione Ambientale Strategia, punta a non lasciare più ad Enel carta bianca e che i progetti che coinvolgono il nostro territorio siano concordati con il Comune della Spezia, mettendo al primo posto dell’agenda politica la salute della cittadinanza, l’attenzione all’ambiente e richiama alla collaborazione fra le istituzioni coinvolte a partire dal territorio spezzino.

Un esempio di buona politica, una vittoria per la Città”