IN ARRIVO UN CANE ANTIDROGA ALLA POLIZIA LOCALE

  • 08/10/21 14.30
  • redazione
  •   SpeziaNET

La Spezia, 8 ottobre 2021 - Nel pomeriggio di ieri il progetto per dotare il Corpo di Polizia Locale di un’unità cinofila antidroga, fortemente voluto dal Sindaco e dell’Assessore alla Sicurezza della Spezia, in collaborazione coi sindaci di Sarzana, Lerici, Porto Venere e Riccò del Golfo, è stato approvato dal Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

“Un cane antidroga per la Polizia Locale - dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini - un altro tassello importante per il progetto “La Spezia sicura”. I nostri agenti negli ultimi mesi, grazie anche all’arrivo del Comandante Bertoneri, si sono rivelati fondamentali anche per il contrasto allo spaccio di droga e l’arrivo di un’unità cinofila sarà determinante per combattere questo tipo di fenomeno. L’investimento sulla sicurezza da parte della nostra Amministrazione è stato senza precedenti, e la percentuale dei reati in calo dal 2017 registrato dalla Prefettura ne è la prova. Al di là dei dati oggettivi, però, i cittadini devono avere la percezione di sentirsi sicuri: ecco perché entro il 2022 avremo 160 telecamere sul territorio e perché abbiamo investito nella nuova caserma. Con l’arrivo del cane antidroga raggiungiamo un altro livello della Polizia Locale, che si appresta a diventare una delle più all’avanguardia d’Italia”. 

L’idea era nata in seguito all’emanazione, ad agosto scorso, di un bando nazionale del ministero dell’interno, che destinava dei fondi, riservati ai progetti delle polizie locali volti a contrastare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti.  Da questo bando, il Comando della Polizia Locale spezzina ha avviato uno studio di fattibilità per la presentazione di un progetto intercomunale volto ad assicurare il “reclutamento” di un’unità cinofila antidroga.

In considerazione delle piante organiche dei vari Comandi e delle possibilità logistiche, è stato individuato nel Corpo di Polizia Locale di Spezia il Comando che provvederà a formare il personale, a reperire e mantenere nel proprio organico l'unità cinofila ed il relativo idoneo mezzo di trasporto, grazie ai fondi che saranno stanziati dal bando nazionale, ammontanti a 73000 euro per la provincia spezzina.

L’unità cinofila opererà nelle consuete attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, ma sarà anche utilizzata nelle attività di controllo e contrasto all’uso delle predette sostanze a tutela dei giovani, quindi presso le varie scuole locali di ogni ordine e grado e nelle aree pubbliche caratterizzate dalla presenza di giovani.

L’Assessore alla Sicurezza spezzina Filippo Ivani ha dichiarato: “l’arrivo imminente di un cane antidroga costituirà l’ennesimo tassello volto alla costante modernizzazione ed integrazione della Polizia Locale, a supporto ulteriore del cambio di passo nell’attività operativa che si è concretizzata negli ultimi mesi e che ha portato a raddoppiare gli arresti di soggetti dediti allo spaccio rispetto agli anni passati. Ringrazio gli agenti che si faranno carico di adottare l’unità cinofila, poiché diventerà a tutti gli effetti un membro della loro squadra. Il Comando ha scelto infatti di affidare il collega a quattro zampe ad un agente, particolarmente amante degli animali, che a fine turno lo porterà sempre a casa con sé dalla propria famiglia, conducendo una vita non dissimile da quella di qualsiasi altro cane”.

I Comuni della Spezia, Sarzana, Lerici, Portovenere e Riccò del Golfo concorderanno le varie attività presso i rispettivi territori con la stipula di accordi che possano garantire uno scambio proficuo e veloce di competenze e risorse umane. Inoltre, l’unità cinofila della Polizia Locale potrà essere messa a disposizione delle altre Forze di Polizia a richiesta per attività di collaborazione interforze, e dei vari Comandi di Polizia Locale della provincia spezzina, anche se non appartenenti ai comuni proponenti il progetto.