LA SPEZIA ESTATE FESTIVAL; Tutto il programma dal 3 al 5 agosto 2020 in Piazza Europa

  • 31/07/20 12.32
  • redazione

 

 

La Spezia – Prosegue in Piazza Europa la rassegna La Spezia Estate Festival, che nei prossimi giorni darà spazio ad alcune compagnie di punta della scena teatrale contemporanea. Ecco il programma completo di lunedì 3, martedì 4 e mercoledì 5 agosto:

 

 

Lunedì 3 agosto (ore 21.30)

 

La Corte Ospitale

Babilonia Teatri

coproduzione Operaestate Festival Veneto

 

Padre nostro

di Enrico Castellani e Valeria Raimondi

con Maurizio Bercini, Olga Bercini, Zeno Bercini

Direzione di scena Luca Scotton | musiche originali Lorenzo Scuda | foto Eleonora Cavallo

 

Padre nostro è Hansel e Gretel vent’anni dopo, ma non è una fiaba, né una preghiera. E’ un ritratto di famiglia dove niente è al suo posto. Sulla scena ci sono realmente un padre con i suoi due figli adolescenti: Maurizio con Olga e Zeno Bercini. E’ questo ciò che li unisce e ciò che li allontana.

Olga e Zeno, gli Hansel e Gretel dello spettacolo, portano il padre nel bosco, in quello stesso bosco in cui lui li ha abbandonati da bambini. I ruoli sono invertiti, ora sta al padre trovare la strada di casa, un posto nel mondo, un ruolo. Hansel e Gretel vogliono sapere perché. Danno vita ad un interrogatorio che scivola nell’esposizione di capi d’accusa che non prevedono una dialettica né attendono una risposta. E solo quando il padre attaccherà a sua volta sarà possibile intravvedere un punto di incontro.

Babilonia Teatri è una formazione entrata con passo deciso nel panorama teatrale contemporaneo distinguendosi per un linguaggio che a più voci viene definito pop, rock, punk. Nel corso degli anni ha vinto numerosi riconoscimenti, tra cui due premi Ubu e il Leone d’argento per l’innovazione teatrale alla Biennale di Venezia.

Maurizio Bercini, allievo di Otello Sarzi, nel 1976 è stato tra i fondatori del Teatro delle Briciole di Parma e suo direttore artistico fino al 2001. Da allora firma regie e scenografie di spettacoli che girano l 'Europa ed il mondo vincendo numerosi premi.

Zeno e Olga Bercini sono i due figli di Maurizio. Zeno nasce a Parma il 16 dicembre 1995. Olga nasce il 15 maggio del 2002, porta il nome della nonna materna, cavallerizza. Entrambi iniziano a recitare molto presto con i genitori Maurizio Bercini e Marina Allegri prendendo parte a numersi spettacoli. Olga ha già collaborato con Babilonia Teatri alla creazione di De rerum natura nel 2011e Lolita nel 2013.

 

 




 

Martedì 4 agosto (ore 21.30)

Proxima Res

 

Antropolaroid

di e con Tindaro Granata

Elaborazioni musicali: Daniele D’Angelo I luci e suoni: Cristiano Cramerotti

organizzazione: Paola A. Binetti

 

Antropolaroid è la fotografia di una famiglia siciliana, una polaroid umana che si snoda attraverso la voce e il corpo di uno straordinario Tindaro Granata, solo in scena. Il protagonista interpreta molteplici ruoli (uomo, donna, giovane, vecchio), dando vita al racconto attraverso i dialoghi fra i suoi personaggi.

Le storie, tramandate inconsapevolmente dai nonni di Tindaro, diventano lo spunto originalissimo e poetico per un racconto popolare in cui la famiglia, insieme alla storia di un paese, sono i protagonisti. L’attore-autore si distacca dal modello originario di tradizione orale del “Cunto” senza però prescinderne, dando vita ad una lingua sconosciuta, un dialetto siciliano ricco di detti familiari, voci antiche, memorie sonore della sua terra d’origine.

Un lavoro sull’immaginazione, la musica, la memoria. Per la sua originalità e l’innovazione che rappresenta per la scena teatrale italiana, lo spettacolo, prodotto da Proxima Res, ha ottenuto numerosi riconoscimenti: il Premio della giuria popolare della “Borsa Teatrale Anna Pancirolli”, il Premio “ANCT” dell’Associazione Nazionale dei Critici nel 2011, il Premio Fersen in qualità di “Attore Creativo” nel 2012; a Tindaro Granata è stato inoltre assegnato il Premio “Mariangela Melato” 2013 prima edizione - Attore emergente.

 

 

 

Mercoledì 5 agosto (ore 21.30)

 

Compagnia Lombardi-Tiezzi in co-produzione con I Sacchi di Sabbia e il sostegno della Regione Toscana

 

Andromaca

di Euripide

 

uno spettacolo di Massimiliano Civica e I Sacchi di Sabbia

con Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Iliano

 

 

Massimiliano Civica e I Sacchi di Sabbia, dopo i "Dialoghi degli Dei", tornano insieme su un classico dell’antichità, esplorando i confini tra comico e tragico.

Andromaca è un testo decisamente anomalo nella produzione euripidea: non vi si staglia alcun protagonista, nessun dio compare, come pure nessun "eroe tragico"; il mondo, svuotato di presenze eccezionali, sembra ospitare solo uomini incapaci di decidere del proprio destino. Le speranze si alternano alle tragiche disillusioni, in una danza meccanica, così macabra e spietata da sembrare comica.

 

La Compagnia I Sacchi di Sabbia nasce a Pisa nel 1995, e nel panorama della scena teatrale italiana si distingue per la capacità di far incontrare tradizione popolare e ricerca culturale, spingendosi di volta in volta nell’esplorazione creativa di terreni diversi. La Compagnia ha ricevuto un Premio UBU Speciale nel 2008 e il Premio Nazionale della Critica nel 2011

 

 

INFO E BIGLIETTI

 

Tutti e tre gli spettacoli sono ad ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria. I biglietti sono disponibili presso il Botteghino del Teatro Civico, aperto dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.00 (con ingresso in Via Carpenino). Nei giorni di spettacolo il Botteghino sarà aperto un Piazza Europa a partire dalle ore 18. Info: tel. 0187-727521 – info@teatrocivico.it