New Media Art. Un'introduzione. Conversazione di Domenico Quaranta

  • 05/03/19 11.51
  • redazione
  •   SpeziaNET

New Media Art. Un'introduzione
Conversazione di Domenico Quaranta

 

CAMeC | La Spezia
6 marzo 2019, ore 17

ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

 

La Spezia, 5 marzo 2019 – Domani, Mercoledì 6 marzo alle ore 17 al CAMeC (piazza C. Battisti,1 La Spezia) nei consueti appuntamenti  “ I Mercoledì del CAMeC”, sarà affrontato  un argomento molto importante, che pervade l’arte contemporanea: la new media art. Questo appuntamento nasce da una proposta di  Filippo Pagano, fondatore del Circolo Culturale Multimediale La Rotonda, e sarà  Domenico Quaranta, docente di Sistemi interattivi presso l'Accademia di Belle Arti di Carrara, ad illustrare il complesso tema, i cui confini segnano l’intersezione tra arte, scienza e tecnologia. Figlie di Duchamp e delle Avanguardie storiche, queste ricerche sono esplose in quello straordinario momento di sperimentazione che sono stati gli anni Sessanta, per poi vivere un isolamento critico e istituzionale da cui sono riemerse, gradualmente, a partire dagli anni Novanta del Novecento, con la crescente accessibilità delle nuove tecnologie e lo sviluppo della cultura digitale.

Oggi, in una fase in cui l'impatto dell'evoluzione tecnologica sulla nostra società, sul nostro ambiente e la nostra cultura è ormai riconosciuto universalmente, la cosiddetta New Media Art continua a vivere il suo rapporto dialettico con la tecnologia, e con un mondo dell'arte che da un lato è affascinato dalla sua capacità di investigare il presente e i suoi linguaggi, dall'altro fatica ad accettare la sfida permanente che i media digitali sferrano alla nozione di oggetto artistico.

Attraverso una selezione di lavori esemplari, nel suo intervento Domenico Quaranta ripercorrerà questa traiettoria storica, arrivando a toccare questioni che riguardano il presente del rapporto tra arte e tecnologie digitali: la sfida alla materialità e all'unicità dell'oggetto artistico; la dialettica tra un approccio fondato sulla specificità mediale e l'adeguamento a una prospettiva postmediale; il difficile dialogo con dei linguaggi che non sono mai neutri, ma occupano con protagonismo il centro della scena, imponendo all'arte il proprio ritmo, le proprie questioni, i propri corsi e ricorsi storici.

 

Domenico Quaranta (domenicoquaranta.com) è critico d'arte contemporanea, curatore e docente. Il suo lavoro si concentra sull'impatto dei mezzi attuali di produzione e distribuzione sulla pratica artistica. I suoi saggi, recensioni e interviste sono comparsi in numerose riviste, giornali, libri e cataloghi. É autore e curatore di diversi volumi, tra cui GameScenes. Art in the Age of Videogames (Johan & Levi, Milano 2006) e Media, New Media, Postmedia (Postmediabooks, Milano 2010 e 2018). Dal 2005 ha curato e co-curato diverse mostre, tra cui Cyphoria (Quadriennale 2016, Roma, Palazzo delle Esposizioni). È docente di Sistemi interattivi presso l'Accademia di Belle Arti di Carrara e co-fondatore del Link Art Center.