Salta al contenuto

Contenuto

Il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e il Direttore del GENIODIFE, Direzione dei Lavori e del Demanio del Segretariato Generale della Difesa – Direzione Nazionale degli Armamenti, Gen. Isp. Giancarlo Gambardella, si sono ritrovati nella Sala Giunta di Palazzo Civico per la firma dell’atto di trasferimento di proprietà di una parte del “Centro Supporto Logistico Areale/Istituto U. Maddalena” dall’Aeronautica Militare di Cadimare al Comune della Spezia. L’accordo tecnico-operativo tra le parti prevede anche l’avvio di un rapporto di collaborazione istituzionale finalizzato all’individuazione di strategie e percorsi di razionalizzazione di immobili militari siti nel territorio comunale, con specifico riguardo ai temi della riqualificazione del tessuto urbano cittadino. Il protocollo sottoscritto dalle parti consentirà, dopo un difficoltoso iter amministrativo, al Comune della Spezia di finalizzare il progetto di riqualificazione del borgo di Cadimare nell’ambito dei finanziamenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

A valle della firma del trasferimento dell’area ex Aeronautica Militare al Comune, si procederà alla riqualificazione del borgo di Cadimare. La fase iniziale prevede l’esecuzione del progetto realizzato grazie al finanziamento vinto dall’Ente di oltre 2 milioni di euro sul bando Pnrr, che presto andrà a gara. La seconda riguarda un accordo con l’Autorità di Sistema Portuale per recuperare il fronte a mare, che inizierà non appena la progettazione, condivisa dalla Sovrintendenza, sarà definita esecutiva.

Il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini dichiara: “Ringrazio il Generale Giancarlo Gambardella e la Direzione dei Lavori e del Demanio del Segretariato Generale della Difesa per essere riusciti insieme al Comune della Spezia a raggiungere questo risultato storico per il nostro territorio e per Cadimare. Si conclude un iter complicato, iniziato addirittura dall’Amministrazione precedente nel 2016. Adesso questo protocollo ci consentirà di poter realizzare i lavori di recupero con i fondi del Pnrr nei tempi prestabiliti. Inoltre la firma di questo protocollo è il simbolo di una grande amicizia e collaborazione che portiamo avanti da tempo e che proseguirà in futuro. Quello di oggi è un passo avanti significativo nel progetto di riqualificazione del borgo, che la cittadinanza attende da anni”.

L’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune della Spezia Pietro Antonio Cimino: “Si tratta di protocollo che abbiamo verificato e concordato nei minimi dettagli, proprio per realizzare questo trasferimento di proprietà di immobili. La designazione al Comune della Spezia ci consentirà di poter effettuare i lavori nei tempi previsti dal Pnrr. Guardiamo a un futuro di Cadimare diverso e innovativo, che consentirà alla cittadinanza di poter fruire di diversi spazi del borgo in un modo nuovo”. 

A cura di

Questa pagina è gestita da

Gestione amministrativa e contabile delle opere pubbliche

Piazza Europa, 1

19124 La Spezia

Ultimo aggiornamento: 27-06-2023, 23:06